Dacia Iluministă » Blog Archive » Politica romena in Italia
QR Code Business Card

Politica romena in Italia

Maggio 28th, 2009 Posted in Politica romena

Cito  il commento di sig. Giancarlo Germani:

“Certo se ognuno aspetta di vedere tutte le sue idee comprese in un programma di partito vuol dire che per ogni romeno ci vuole il suo partito.
La politica è sintesi e flessibilità.
Noi a Roma grazie ad Assoforum abbiamo ottenuto qualcosa di concreto per la comunità…chi sà fare di meglio si accomodi.
La Tua piattaforma è quella che è già stata di Ilinca e del Per che non sono mai riusciti a passare dalla teoria alla pratica. Non basta avere grandi idee virtuali,bisogna poi metterle in pratica…se nessuno ha l’umiltà di rimboccarsi le maniche e lavorare con altri in mezzo alla gente ma si credono tutti Corneli Coposu poi non vi lamentate se non contate nulla, nè in Italia nè in Romania.”

 

La mia risposta:

 

 Con tutta la modestia posso affermare che non sono un romeno qualsiasi, e comunque uno più romeno  di lei. Faccio parte di un’antica famiglia con una grande storia politica alle spalle, documentata  con manoscritti del  XVI -mo secolo. Posso anche vantarmi del fatto che immigrati italiani in Romania, a cominciare dal inizio mille novecento, sono stati accolti come membri della mia famiglia. Poi chi ha detto che io desideri  un  partito per me?  Se non ci sarà un partito come lo voglio io, rimarrò senza come adesso!  Se la mia piattaforma è uguale a quella di Ilinca e del PER, mi scuserò con loro e farò richiesta di adesione alle loro formazioni; ma ho dei dubbi che sia così.  

      Se lei è convinto che uno come me ed altri, non siamo capaci di capire come è la politica, se lei crede che le idee non sono virtuali, se lei crede che noi non siamo capaci di passare dalla teoria alla pratica, allora vuol dire che ha la stessa idea sbagliata di noi, come molti altri italiani!

      Se il tempo  delle mie idee non è ancora arrivato, … aspetterò!

      Lei si sbaglia se crede che le infamie che sono arrivate dalla Destra, possano essere lavate con un parcheggio ! Se qualcuno è disposto ad accettare, ed io sono l’eccezione, mi farò da parte!

      Lei non tiene conto della mia apertura verso il PIR, che nonostante tutto rimane valida.

      Mio padre è stato arrestato dai comunisti nel 1946, per essere stato attivista del partito di Corneliu  Coposu , negli anni in qui i carri armati russi facevano la politica in Romania.

      Se noi romeni di Dacia non riusciremo a convincere  l’Italia e l’Europa a trattarci meglio, magari vi faremo il piacere di … lasciarvi. Lei che crede che le idee non siano virtuali, provi ad immaginare uno scenario così composto!



4 Responses to “Politica romena in Italia”

  1. Alina Harja Says:

    Guarda che il commento di Giancarlo non voleva essere offensivo… è solo quello che si è osservato in 3 anni di attività…
    Dunque, tutti hanno inizialmente contestato il PIR che aveva un presidente italiano.. Di fatto è stato l’unico argomento di contestazione per molto tempo.
    Poi, però, italiano o no (è comunque sposato con una romena)è quello che a noi, giornalisti, ha dato delle notizie nei momenti più importanti – ovvero ha preso delle posizioni nella difesa della comunità romena) vedi reazioni contro la Lega e contro la Stampa italiana…
    Giancarlo lo dice perchè negli ultimi tre anni di iniziative e proposte varie, più o meno virtuali, ne abbiamo viste davvero tante.
    Abbiamo avuto per qualche settimana il “Partito Virtuale dei Romeni”, con candidature al Parlamento Romeno ugualmente “Virtuali” ma spacciate sulla stampa romena come reali. Però sono rimaste solo intenzioni.
    Poi abbiamo avuto l’Alleanza Romena che non si è capito bene cosa fosse nè cosa facesse, e non abbiamo visto nessuna iniziativa tranne il banner.
    Poi c’è stato oltre al PER (ovvero il Partito Europeo dei Romeni) un movimento politico mondiale dei romeni iniziato da Simona Farcas per giustificare la mancata raccolta di firme per presentare la sua cadidatura al Parlamento Romeno.
    Quindi, capisci bene che, dopo tutti questi movimenti mega-galattici rivelatosi tutte rigorosamente virtuali e lanciate esattamente sullo stesso canale che hai usato pure tu , uno diventa quanto meno un po’ diffidente… :-))
    Non trovi?



  2. Giovanni il romeno Says:

    Guardi che io in poco più di due mesi, ho capito quasi tutto.
    Conto molto sulle strutture esistenti, sia PIR, che Associazioni, solo che voglio che si cambi rota!
    “jocul greseala asteapta” – Attenti quando si parla e si scrive, perche ho dei argomenti forti, linguaggio forte, appoggio forte, anche se non si “vede” da chi non ha “occhiali giusti”!
    Nessuno può dire di no a quello che propongo senza farsi fuori!
    Tu capisci che sono disposto a “sentire” alla mia volta “toni alti”, proprio per infuocare il dibattito (guarda in giro).



  3. Alina Harja Says:

    Ammazza!!! MI ricorda qualcuno… Solo che lui c’aveva la Securitatea per imporre la sua volontà… :-))
    Beh, io mi taglio già fuori… Credo che sia meglio.



  4. Giovanni il romeno Says:

    🙂 Ma cosa hai capito !?
    Io ho dietro l’appoggio dei romeni per bene, che non si vedono (ancora), ma sono molti; gli occhiali giusti mancano a quelli che stentano a capire!
    Ti prego di rimanere (tu capisci che ho bisogno di gente come te). 🙂



Leave a Reply