QR Code Business Card

Join Us on FACEBOOKVă invit să vă alăturaţi grupului Facebook Mişcarea DACIA, ce-şi propune un alt fel de a face politică!

Citiţi partea introductivă şi proiectul de Program, iar dacă vă place, veniţi cu noi !
O puteţi face clicând alături imaginea, sau acest link




La Politica

Giugno 11th, 2009 No Comments   Posted in DIASPORA

 

La Politica

 

       Vorrei approfondire in seguito il concetto di Politica, citando Wikipedia.

       « L’uomo è per natura un animale politico »  (Aristotele, Politica)

       “La prima definizione risale ad Aristotele ed è legata al termine “polis”, che in greco significa la città, la comunità dei cittadini; politica, secondo il filosofo Ateniese, significava l’amministrazione della “polis” per il bene di tutti, la determinazione di uno spazio pubblico al quale tutti i cittadini partecipano”.

        “Altre definizioni, che si basano su aspetti peculiari della politica, sono state date da numerosi teorici: per Max Weber la politica non è che aspirazione al potere e monopolio legittimo dell’uso della forza.”

       Con il mio Progetto DAC, richiamo lo spirito originario del termine, per combattere la seconda impostazione.

 

        Appellandomi alle Associazioni così dette “apolitiche”, ho avuto in vista:

       “Negli ultimi anni la politica è andata via via trasformandosi, includendo come soggetto la cosiddetta società civile, fatta di movimenti di opinione che cercano di sottrarla all’astrazione in cui è stata sempre confinata: la politica si fa globale e nella coscienza di molti si delinea come stato in costante divenire delle relazioni sociali ed economiche.

Uno degli strumenti di intervento della società civile nell’azione politica istituzionale sono apparsi sempre più spesso i referendum di iniziativa popolare, sia in ambito nazionale, sia sempre più spesso in ambito regionale o locale”.

       Con il progetto DAC, intendo dar vita a un soggetto globale per la Diaspora romena, nel senso descritto sopra.

 

       Vorrei rispondere in seguito a quelli che mi accusano di “nazionalismo”.

       “Si può parlare di nazionalismo per le dottrine ed i movimenti che sostengono l’affermazione, l’esaltazione ed il potenziamento della nazione intesa come collettività omogenea, ritenuta depositaria di valori tradizionali tipici ed esclusivi, del patrimonio culturale e spirituale nazionale, sebbene questa definizione non sia univoca”.

 

“L’eco- nazionalismo è quella via che rifiuta implicazioni di ordine strettamente biologico nella definizione della nazione, ma la allarga all’intero ecosistema, includendovi gli esseri viventi, il paesaggio, la cultura umana e ogni altro elemento legato al territorio nativo, parola dalla quale deriva etimologicamente il termine stesso di nazione.”

 

       Riconosco di essere un eco-nazionalista!

       Essendo noi messi sotto pressione in Italia, Romania, U.E. e nel mondo, l’unica “risposta” mi sembra di essere questa!

       Dico basta alle manipolazioni, che fanno di noi dei veri masochisti della politica!

       « È un fatto ben noto che riconosciamo la nostra madre patria quando siamo sul punto di perderla »  (Albert Camus in Estate ad Algeri, 1939)

 

        Chi vuol leggere, legga!  Chi no, farà i conti con la propria coscienza (chi c’è l’ha!).

Alla prossima !  

Petizioni

Giugno 3rd, 2009 7 Comments   Posted in DIASPORA

 

 

Proposte di petizioni

 

       Propongo in seguito la creazione di un Comitato di iniziativa per il lancio di due Petizioni indirizzate alle autorità competenti italiane e romene.

       Per l’Italia:

1.      Riconoscimento della religione cristiano-ortodossa, come religione ufficiale nello stato italiano.

2.      Assegnazione di spazi radio-televisivi sulle reti nazionali, gestiti dalla Comunità.

 

      Questi due quesiti, una volta attuati, porterebbero a una migliore conoscenza tra i due popoli, a una migliore integrazione, a una migliore immagine dell’Italia in Europa.

 

 

       Per la Romania:

1.      Diritto di voto per corrispondenza.

 

       Per dare peso a questa iniziativa, il Comitato deve essere formato da personalità di prestigio, deve essere assistito da un gruppo di avvocati per la stesura del contenuto, e dalle Associazioni romene in Italia per la raccolta delle firme. Bisogna dibattere la fattibilità e la forma della Petizione ( cartacea, oppure on-line). Bisogna coinvolgere la nostra Chiesa, rappresentanti dell’Arte e Cultura ed i giornalisti presenti sul territorio. Queste , ed altre misure saranno prese in considerazione e decise dal Comitato.

       Personalità di prim’ ordine della Comunità romena in Italia, si devono fare avanti in questa iniziativa, che può portare solo benefici a tutte le parti.

       In concomitanza alla raccolta di firme in Italia, si deve procedere anche negli altri paesi europei e non, l’interesse essendo lo stesso.

 

      In mancanza di un soggetto politico unico della Diaspora, che porti a compimento una tale iniziativa, sta a noi tutti residenti, amici italiani, associazioni, giornalisti, chiesa,  personalità di prestigio, darci da fare nel interesse della Comunità.

Partidul DAC

Maggio 27th, 2009 12 Comments   Posted in Partidul DAC

Partidul  Dac

Prima parte

 

      Siamo arrivati al momento giusto per dar vita a un soggetto politico unico dei romeni d’Italia, per poi “allargarci” a tutti i paesi del Mondo, dove esiste ancora sangue dacico!

      Propongo l’apertura delle iscrizioni sulla lista del Comitato d’iniziativa su: http://www.realitateadinitalia.com/forum/viewtopic.php?f=4&t=1570

      Questo è un appello a tutti quelli che si vogliano impegnare per il miglioramento dello status e  dell’immagine dei romeni in Italia e nel mondo.

      Avremo necessità di avere tra noi  rappresentanti di tutti i campi della società civile.

      Un ruolo di grande peso, devono avere i giovani giornalisti, per appoggiare l’iniziativa, con o senza partecipazione diretta alla vita politica.

      Se questa iniziativa si sovrappone su qualcosa di simile, si troveranno le modalità di integrazione.

      Per avere successo, dobbiamo agire velocemente per sfruttare l’elemento sorpresa, per cui, bisogna passare parola ed arrivare al più presto a una riunione in una sede da definire ( consolare, culturale, ecc.).

      La mia proposta è di dar vita a un partito di sinistra-centro-destra , oppure di nessun colore convenzionale. Le Associazioni esistenti e future, avranno la possibilità di costituire dei nuclei di aggregazione della comunità locale, per un rapporto di reciproco vantaggio col Partito.

      Questa è una proposta aperta al dibattito e qualsiasi contributo sarà preso in considerazione.

      Il partito sarà giovane e per giovani.

      Per me chiedo il ruolo di semplice membro aderente. A un partito così, non potrei dire altro che SI e sarebbe per la prima volta nella mia vita!

     

Alla prossima!

Forum di Milano

Maggio 24th, 2009 3 Comments   Posted in Associazioni

Forum di Milano

Perché un fallimento ?

Sono appena tornato da Milano, dove ho assistito ad un clamoroso fallimento, di un’iniziativa cominciata bene, con presenze di prestigio del mondo politico e diplomatico italiano e romeno.

Voglio dire subito che ci saranno delle grosse conseguenze, sia nelle file dei promotori, che hanno preso delle iniziative riprovevoli ( parte di loro ), sia nelle file degli assenti per aver snobbato dei personaggi illustri, che si sono trovati davanti un vuoto inquietante. Per dettagli, credo che Gazeta Romaneasca accontenterà tutti.

Certo è che un’incontro pensato per unire e chiarire, è fallito con delle responsabilità facilmente attribuibili.

Tornerò con dettagli al più presto !

Forum di Milano

Maggio 21st, 2009 2 Comments   Posted in Associazioni

Forum di Milano

Stranezze

Nonostante l’interesse manifestato da prestigiose cariche istituzionali italiane per il Forum di Milano, c’è chi rema contro e annuncia il forfait, etichettandolo come inutile !

Guardate un po’ chi ha annunciato la sua presenza:

Sen. Emma Bonino
Vicepresidente del Senato italiano

On. Rocco Buttiglione
Vicepresidente della Camera dei Deputati

On. Mario Walter Mauro
Vicepresidente del Parlamento Europeo

On. Cristiana Muscardini
Vicepresidente della Commissione per il commercio internazionale e membro della Commissione per i diritti della donna e l’uguaglianza di genere del Parlamento Europeo;

On. Rita Bernardini
Membro della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati italiana;

Sen. Marco Perduca
membro della III Commissione permanente su affari esteri ed emigrazione e segretario della Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani del Senato italiano;

Il Forum 2009 sarà onorato della presenza della Famiglia Reale di Romania,
Sua Altezza Reale Principessa Margareta, Principessa Ereditaria di Romania e Custode della Corona Romena

e Sua Altezza Reale
Principe Radu di Romania, Principe di Hohenzollern-Veringen
,
e ospiterà, inoltre, Autorità locali delle aree italiane in cui sono insediate le più importanti comunità, che attualmente sono costituite da oltre un milione di cittadini rumeni e da circa trentamila imprese gestite da imprenditori rumeni.

Mi sembra strano che un Forum di questa portata sia snobbato da qualsiasi Associazione, tanto di più da quelli che hanno come motto: “ Uniti suntem o forta !”

Cito:

Noi oggi abbiamo la conferenza stampa di presentazione dei candidati alle elezioni comunali.Sabato abbiamo all’Accademia di Romania la presentazione del libro di Cingolani a cura di Miruna Cajavaneanu ed il pomeriggio l’inaugurazione della prima libreria romena a Roma.
Domenica si inaugura l’isola romena grazie alla piazza ottenuta da Alemanno e quindi da come si vede abbiamo altri impegni.
Auguri e buon lavoro a chi và a Milano anche se non abbiamo capito di cosa si parlerà,il forum dell’anno scorso è stato un fallimento ,per noi 2 giorni spesati non valgano un altro viaggio nel nulla.”

Ci sarà qualche romeno interesato anche nel PIR?  saranno tutti gran lettori ed elettori !?

Guardate che usate un brand, Romania, e comincio a credere che sarebbe più proficuo se lo lasciaste nelle NOSTRE mani !


Spero di aver capito male!