QR Code Business Card

Join Us on FACEBOOKVă invit să vă alăturaţi grupului Facebook Mişcarea DACIA, ce-şi propune un alt fel de a face politică!

Citiţi partea introductivă şi proiectul de Program, iar dacă vă place, veniţi cu noi !
O puteţi face clicând alături imaginea, sau acest link




La Politica

Giugno 11th, 2009 No Comments   Posted in DIASPORA

 

La Politica

 

       Vorrei approfondire in seguito il concetto di Politica, citando Wikipedia.

       « L’uomo è per natura un animale politico »  (Aristotele, Politica)

       “La prima definizione risale ad Aristotele ed è legata al termine “polis”, che in greco significa la città, la comunità dei cittadini; politica, secondo il filosofo Ateniese, significava l’amministrazione della “polis” per il bene di tutti, la determinazione di uno spazio pubblico al quale tutti i cittadini partecipano”.

        “Altre definizioni, che si basano su aspetti peculiari della politica, sono state date da numerosi teorici: per Max Weber la politica non è che aspirazione al potere e monopolio legittimo dell’uso della forza.”

       Con il mio Progetto DAC, richiamo lo spirito originario del termine, per combattere la seconda impostazione.

 

        Appellandomi alle Associazioni così dette “apolitiche”, ho avuto in vista:

       “Negli ultimi anni la politica è andata via via trasformandosi, includendo come soggetto la cosiddetta società civile, fatta di movimenti di opinione che cercano di sottrarla all’astrazione in cui è stata sempre confinata: la politica si fa globale e nella coscienza di molti si delinea come stato in costante divenire delle relazioni sociali ed economiche.

Uno degli strumenti di intervento della società civile nell’azione politica istituzionale sono apparsi sempre più spesso i referendum di iniziativa popolare, sia in ambito nazionale, sia sempre più spesso in ambito regionale o locale”.

       Con il progetto DAC, intendo dar vita a un soggetto globale per la Diaspora romena, nel senso descritto sopra.

 

       Vorrei rispondere in seguito a quelli che mi accusano di “nazionalismo”.

       “Si può parlare di nazionalismo per le dottrine ed i movimenti che sostengono l’affermazione, l’esaltazione ed il potenziamento della nazione intesa come collettività omogenea, ritenuta depositaria di valori tradizionali tipici ed esclusivi, del patrimonio culturale e spirituale nazionale, sebbene questa definizione non sia univoca”.

 

“L’eco- nazionalismo è quella via che rifiuta implicazioni di ordine strettamente biologico nella definizione della nazione, ma la allarga all’intero ecosistema, includendovi gli esseri viventi, il paesaggio, la cultura umana e ogni altro elemento legato al territorio nativo, parola dalla quale deriva etimologicamente il termine stesso di nazione.”

 

       Riconosco di essere un eco-nazionalista!

       Essendo noi messi sotto pressione in Italia, Romania, U.E. e nel mondo, l’unica “risposta” mi sembra di essere questa!

       Dico basta alle manipolazioni, che fanno di noi dei veri masochisti della politica!

       « È un fatto ben noto che riconosciamo la nostra madre patria quando siamo sul punto di perderla »  (Albert Camus in Estate ad Algeri, 1939)

 

        Chi vuol leggere, legga!  Chi no, farà i conti con la propria coscienza (chi c’è l’ha!).

Alla prossima !  

Forum di Milano

Maggio 17th, 2009 No Comments   Posted in Associazioni

Forum di Milano 23-24.05.2009

Sabato prossimo si incontreranno a Milano rappresentanti delle Associazioni romeno – italiane per stabilire le misure da attuare, in vista di una migliore rappresentatività.

Perciò, chi ha delle proposte da fare e non sarà presente, le può fare anche sul mio Blog.

Io intendo presentare delle proposte per migliorare l’attività delle Associazioni, che poi faranno delle richieste pertinenti alle Autorità romene, italiane ed ecclesiastiche.

Siccome nel futuro prossimo si avvieranno contatti con la Diaspora negli altri paesi di forte migrazione, aspettiamo iniziative analoghe e proposte.

Ecco le mie proposte in attesa del dibattito e delle controproposte:

Per le Associazioni:

-Far prevalere l’interesse della Comunità su quello privato o di partito.

-Creazione della base di massa con: evidenza, contributo finanziario, riunioni, dibattito, ecc.

-Mantenere vivi i rapporti con i partiti del cuore, se ci sono.

-Nominare uno Sfat al Diasporei in Italia che faccia delle proposte e stabilisca le tattiche e le strategie da perseguire.

-Imporre il rispetto della Lingua Romena nelle discussioni, Forum, articoli giornalistici, ecc.

-Far conoscere le Leggi italiane e romene, ed applicarsi per rispettarle ( denunciare atti illegali è un obbligo )

-Creazione di un Forum on-line per dibattito.

-Creazione di strutture di sostegno per connazionali ( Pagine Gialle, Studio avvocatura, commerciale, ecc.)

-Creazione di strutture di aggregazione sociale.

-Diffondere al estero questi principi, per poter dare forza alla Lobby romena, in vista di una completa rappresentanza.

Per le autorità romene:

-Voto per corrispondenza

-Ministro per la Diaspora.

-Rappresentanza proporzionale in Parlamento.

-Leggi che introducano l’aggravante per i reati commessi all’estero.

-Autogestione carceri romene.

-Volantinaggio alle frontiere di stato, per far capire ai turisti romeni ed ai migranti, che stanno per diventare rappresentanti di un popolo ed un paese, con le conseguenze di una tale situazione (vedi sopra). Questi volantini devono riportare gli indirizzi utili nei paesi di destinazione, comprese le Associazioni.

-Carta d’identità valida al espatrio (come in Italia).

-Contributo dallo stato romeno per le Associazioni, gestito dallo Sfat al Diasporei .

-Indire un referendum per l’adozione del nome DACIA, per il territorio nazionale.

Per le autorità italiane:

-Riconoscimento della chiesa ortodossa come ufficiale ( per l’8 per mille).

-Rappresentanza in Parlamento e sul territorio.

2 ore di trasmissioni in romeno sulle reti Rai, gestite dalla Comunità con l’appoggio della Televisione Romena.

-Campagna di riparazione per l’immagine della Romania e dei romeni.

Per la chiesa di qualsiasi rito:

-Contribuire di più all’aggregazione della Diaspora.

-Insistere sull’Educazione civica degli credenti.

-Non interferire direttamente nella politica della Comunità.

Aspetto i vostri contributi !

P.S. Chi volesse intervenire , può usare anche il mio Forum da  poco avviato.

Lobby romena parte quattordicesima

Maggio 5th, 2009 No Comments   Posted in Associazioni

Lobby romena

parte quattordicesima

 

      E arrivato il momento di vedere come rispondono le Associazioni romene agli interessi dei connazionali.

      Io sono in Italia da quasi 20 ani e posso dire con certezza che noi romeni di vecchia data, eravamo guardati con simpatia, come cugini, anche se non si beneficiava delle porte spalancate, come oggi. Se la situazione è cambiata, qualche domanda si devono porre anche le Associazioni. E vero che la qualità della nuova migrazione è scarsa da tutti punti di vista (professionale, educazionale, politico, etnico, ecc.), ma questo non significa la libertà di cavalcare queste deficienze, per l’interesse egoistico ed interessato di certe Associazioni, che con  la loro divisione, fanno un gioco  ANTI-ROMENO. Per avere la forza dovuta ai numeri in ballo, vi dovete riunire sotto la stessa bandiera, e parlare con una sola voce, anche se esistono o no diverse simpatie  politiche di mezzo.

      Quelle associazioni che sono schierate  politicamente, devono presentare al più presto l’offerta  dell’area di riferimento, presentarla alle altre  associazioni, ai media romeni, ai privati cittadini, in modo da poter valutare con chi votare .

       La prima condizione da esporre agli interessati è la promessa solenne di una campagna riparatrice per la nostra immagine, seguita da le altre iniziative politiche a nostro favore. Qualche idea a proposito si può prendere dai miei post.

      Fino ad ora, nessuna area politica ha mai preso le nostre difese, cosi che tutti sono ai nastri di partenza.

      Io personalmente mi sono sempre dichiarato di destra, come la gran  parte dei miei connazionali, visto che abbiamo avuto delle brute esperienze con l’area di sinistra. Tuttavia, non esiterei un attimo a votare a sinistra, se da quella parte arrivano delle belle prospettive. Tanto le differenze  ideologiche sono minime qui in Italia !

      Non sarà difficile a dimostrare che quelli che disattendono questo imperativo di UNITA’, fanno un altro gioco e si meriteranno in pieno il nostro disprezzo !  

      Fare Lobby romeno non significa avviare solo attività culturali, o peggio grigliate e bevute.

      Fare Lobby romeno vuol dire anche educare, indirizzare, accogliere, proteggere, rappresentare.

      Aspettiamo  le promesse degli interessati !

     

      Alla prossima !